Il Benessere con un tocco di penna

Cosa dicono i clienti

I tuoi commenti, le tue idee, i tuoi suggerimenti ……

Ringrazio tantissimo  TUTTI coloro che contribuiscono a darmi spunti, idee e suggerimenti al lavoro svolto INSIEME e coloro che partecipano in studio e in rete.

Carla dalla Germania (aprile 2021):

Sulla base di questo articolo Mi sto muovendo bene , Carla ha scritto questo interessante commento:

Bell’articolo hai scritto e sono d’ accordo con te.

Io spesso avevo dolori a parti del corpo come al ventre e prendevo delle posture sbagliate come se volessi proteggerlo.

Ma anche quando ho altri dolori come la schiena o ai piedi assumo involontariamente posizioni sbagliate forse anche per sentirne meno il dolore.

Siamo abituati a far tutto di fretta quei fosse sinonimo di fare di più pensando di ottenere di più, anche muoverci male ottenendo cosi risultati contrari.

Purtroppo non è facile, almeno per me, muovermi con lentezza.Mi piacerebbe essere come te esprimi una tale serenità e pacatezza.

Per la battuta che fai riguardo al computer e alle mani te lo confermo anche io, non c’è nulla da ridere.

Io quando ho i dolori alle mani non riesco neanche a mandare un messaggio con il cellulare 😬

Complimenti, molto interessante. Con calma leggerò anche gli altri articoli correlati.

Allievo Feldenkrais e Cliente di Benessere con un Tocco (gennaio 2021):

COMPLEMENTARIETA’  TRA  L’ INTEGRAZIONE  FUNZIONALE  FELDENKRAIS E  LA  SEDUTA  DI  MASSAGGIO

Ho iniziato a frequentare lo Studio di Roberta Gargiulo in Roma per usufruire degli incontri di Integrazione Funzionale Feldenkrais.

Attraverso di essi, il metodo elaborato e l’insegnamento proposto da Moshé Pinchas Feldelnkrais trovano, forse, la più ampia espressione.

Il docente interviene direttamente e bilateralmente sull’allievo, attraverso un percorso affrontato congiuntamente, volto a favorire l’apprendimento delle proprie abitudine corporee (posture e movimenti, soprattutto) e delle corrispondenti associazioni mentali.

Si accresce dunque la consapevolezza del movimento corporeo, attraverso l’apprendimento di una vera e propria “grammatica”, ove l’unione tra mente e corpo assume assoluto rilievo.

Moshé chiedeva infatti di fermarsi ad analizzare il proprio movimento ed elaborare configurazioni alternative per accrescere le potenzialità corporee insite in ciascuno di noi;  in un contesto di unità reale della persona ossia di unicità del corpo, dei suoi movimenti e del sistema nervoso.

Dopo varie sedute di Integrazione Funzionale ho proposto a Roberta Paglioli Gargiulo  –  che volentieri ha accettato  –  di provare ad integrare olisticamente tali sedute con una esperienza di massaggio, vista questa non solo come momento di semplice benessere o piacevolezza.

Avevo infatti considerato le possibili sinergie che potevano realizzarsi tra i due strumenti di miglioramento del corpo e dell’equilibrio della persona.

In particolare il massaggio –  condotto ben al di fuori di ambiti medici o di correzione fisiatrica ma secondo tecniche proprie di una operatrice del benessere tout-court  esperta  –  avrebbe potuto:

  • coadiuvare gli effetti della Integrazione Funzionale, intervenendo su muscoli, articolazioni e più in generale sul tono del corpo;
  • conferire al corpo un momento di rilassamento, dopo l’esercizio fisico Feldenkrais, a volte di un qualche impegno, anche mentale;
  • accrescere la consapevolezza di ciò che fa bene al proprio corpo, in termini non solo del corretto movimento ma anche di tecniche di manipolazione;
  • incrementare la conoscenza da parte del docente in ordine allo stato fisico dell’allievo e comprendere ulteriormente “dove intervenire” con l’ Integrazione Funzionale Feldenkrais;
  • da ultimo, realizzare una maggiore sintonia tra le due persone in rapporto tra loro.

A quest’ultimo riguardo, svolgo questa riflessione. L’ Integrazione Funzionale richiede all’allievo, da una parte, un impegno alla partecipazione attiva alla lezione; dall’altra, di abbattere qualsiasi schermo e  “dispositivo di distanziamento” verso il docente, accettando con fiducia le proposte e i consigli di movimento.  Ciò significa fidarsi ed affidarsi letteralmente all’altro.

Questa evoluzione e maturazione mentale penso trovi ampio giovamento dal partecipare, in parallelo, alle sedute di massaggio, ove in tutta semplicità “ci si consegna” al docente.

Ritengo che tutte le circostanze appena descritte si siano concretizzate.

Una ultima considerazione. L’ Integrazione Funzionale di Moshé Feldenkrais propone all’allievo – e ovviamente al docente  –  un percorso da condurre in un necessario arco temporale.

In maniera corrispondente, il massaggio praticato dal docente Feldenkrais ritengo trovi compiuta efficacia non attraverso sedute di tipo saltuario ma quando – anche esse – condotte con una certa sistematicità.

Questo al fine effettivamente di perfezionare, incontro dopo incontro, l’intervento di sostegno al corpo, massimizzandone dunque i benefici.

Silvia (allieva feldenkrais e futura Councelor gennaio 2021) :

Nei massaggi, che ho sperimentato nella mia vita, la sensazione iniziale è quella che si crea tra me e la persona che  esegue il massaggio; una sorta di magia: tutto ciò che ci circonda  si dilegua per far spazio ad una energia che si canalizza tra noi. L’intensità dipende da vari fattori, tra i quali è determinante il mio stato d’animo.  In qualsiasi massaggio che ho ricevuto, il tocco del professionista ha risvegliato parti del mio corpo assopite, instillando una nuova e pura vitalità.

Devo dire che non annovero molti massaggi nel mio baglio di esperienze , ma per tutti la ricerca del professionista è stata essenziale in quanto nel massaggio, che sia estetico o terapeutico, il tocco prodigioso penetra dal corpo per arrivare all’anima

Stefania (insegnante Feldenkrais, agosto 2020):

Grazie Roby, io ho avuto la necessità di non parlare dopo la Cam perché avevo il senso che avvenissero molti cambiamenti in elaborazione e anch’io, come Laurent mi sono trovata a camminare in modo molto nuovo e diverso.

È stata una lezione molto integrante, (penso di aver visto piú di una volta Ruthy Alon proporre il movimento di spazzolata a cerchio del piede sul lettino, alla fine di diverse IF) ed ha anche dimostrato, per un altra volta, come un movimento dei piedi possa mobilitare il petto e la testa, e viceversa.

Cose che si sanno teoricamente, ma che questa, volta…é stato riscoprirle nell’esperienza, come non averle mai sapute!! Inoltre ho imparato molte cose di me, della mia condizione odierna. Grazie per la scelta, e la conduzione .

Conoscevo questi movimenti a cerchio delle gambe da proni per muovere/sollevare il bacino a dx e sx, ma coordinando i cerchi in fase alternata..

Lina di Roma (luglio 2020) :

Cara Roberta ho letto nella tranquillità più assoluta di questo piccolo paese dove mi trovo il tuo racconto…..e quello di Francesco …. ancora di più sono convinta che conoscerti e’ stata una bella cosa.
Una delle prime cose che avevo pensato nei nostri incontri di Feldenkrais era di sentirmi in una piccola oasi. Mi manca..mi manchi.
mi auguro che a settembre organizzi piccoli gruppi per riprendere un cammino appena iniziato.un abbraccio affettuoso

Rosy di Milano (maggio 2020):  ti scrivo qui perché m’è successa una cosa importante e tu lo devi sapere.

Allora: nel pilates, tu lo saprai meglio di me, ci fanno fare esercizi per arrivare a sentire sempre di  più tutta la muscolatura (e tutto è sempre connesso con la respirazione e lo sguardo).

Il Felden, sto scoprendo con te, mi fa andare ancora più a fondo con questa conoscenza: ieri sera, durante la mia solita lezione di Pilates, abbiamo fatto “bridging” (a schiena completamente appoggiata a terra, gambe piegate, si fa una retroversione del bacino portando il pube in dentro e poi si solleva una vertebra x volta – come se la colonna fosse una collana di perle – fino ad arrivare in appoggio sul petto con il bacino completamente sollevato, ginocchia in avanti, costole ben chiuse ed “infilate nella cintura ” per tenere forti gli  addominali).

Ieri i, senza nemmeno pensarci troppo, non ho badato alle “costole chiuse” per stare su : ho percepito chiaramente il mio pavimento pelvico che si stendeva in orizzontale da un lato all’altro e, a quel punto, è stato davvero molto più facile controllare gli addominali e fare tutto il resto😁.

Poi m’è stato detto di stendermi a terra su di un lato, testa ben appoggiata sul  braccio steso a terra e l’altro steso lungo l’altro fianco, gambe in equilibrio una sopra l’altra (sempre di lato) e poi tirar su e giù entrambe le gambe stese: anche qui, pensando al mio p. p.  che andava da un ischio all’altro, è stato molto più facile mantenere l’equilibrio e fare tutto.

La muscolatura addominale s’é messa in moto senza problemi: andava da sola senza sforzo come se avessi avuto dentro la pancia un secondo cervello, che dava le istruzioni giuste a tutto quanto si stava muovendo.

Grazie davvero, mi sono sentita molto  soddisfatta perchè ho provato la gioia di muovermi tutta quanta insieme senza problemi.

Commenti in Pillole On Line:

Rosy di Milano:  Tentare la coordinazione tra le dita dei piedi e caviglie mi ha risvegliato la sensibilità plantare

Patrizia :Grazie Roberta, della circolazione  sanguigna negli arti inferiori che era migliorata me ne ero accorta già giovedì, ora appoggio il piede in maniera diversa e questo ha creato un riassestamento dopo un leggero fastidio che è durato poco

Gabriella:  sto eliminando il cuscino quando vado a dormire. Ne usavo addirittura due…

Rosy Milano: Grazie grazie grazie Roberta e grazie sig. Feldenkrais! Oggi ho provato a fare la presa incrociata ad angelo: la gamba è andata su come al solito eeeee… e la spalla s’è ruotata quel tanto che bastava per raggiungere dietro il piede, evviva! Senza tanta fatica. Domani rifarò tutta la lezione delle  spalle🤩

Patrizia:  Lavorare sulle articolazioni dei piedi mi ha fatto trovare una stabilità nell’espansione

Gabriella: Vi dirò domani gli effetti sulle parti muscolari; per ora respiro molto meglio dalla parte che ha lavorato di più (dx) e sento lo stesso lato destro più fluido e armonico nei movimenti; nel test finale di sollevamento del bacino, la parte sn che non aveva lavorato era come ingestibile  rigida e pesante. Qualche scricchiolio nella regione cervicale sia alla fine di ciascun esercizio, sia adesso. Buona serata e mille grazie

Rosy Milano: Bella lezione oggi, m’è piaciuta più del solito. Bello il movimento dal braccio alla gamba opposta, divertente : per un pochino la sensazione era d’essere diventata una specie di mezzaluna🤩👏🏻. Il mio collo e la mia schiena ringraziano, sono decisamente più malleabili😘👍🏻

Silvia: Io trovo sempre le tue lezioni  oltre che piacevoli, molto efficaci sia nell’immediato, mentre svolgo gli esercizi,  che nei giorni successivi. La chiarezza è insita in te, io mi abbandono al tuo “comando”  con una istintiva libertà mentale e il gioco è fatto. Oggi, dopo una settimana e più di sosta , ho provato una lieve difficoltà che si è dissolta rapidamente; la sensazione più bella è stata nel percepire un risveglio graduale delle parti del corpo interessate.

Michele: Ciao Roby tutto ok ma soprattutto l’esercizio degli occhi chiusi l’ho trovato molto appropriato e utile per me che dovendo stare ancora una ventina d’anni in Lombardia, saremo costretti ad uscire di casa con gli occhi e bocca chiusa in alternativa alla mascherina!!!!!speriamo di no cmq scioglie il movimento degli occhi e produce benefici diversi persino ad avere uno sguardo più espressivo e lucido ; quindi complimenti e un riconoscente grazie anche da me!! Ciao e Buona notte

Gabriella: Il mio feedback è brevissimo: relax totale, tanto da non riuscire a parlare… 🤭🤭

Lella: Grazie Roby per l’interessante lezione, non è facile però muovere gli occhi in quel modo ma i risultati sono inaspettati.

Domenico: Le tue lezioni Roby, sono sempre stimolanti.., a volte anche impegnative.., ma sempre lasciano una traccia positiva.. sei promossa!!!

Roberta: Pensa che all’inizio ero un po’ preoccupata per l’occhio dx perché lì ho avuto il distacco del corpo vitreo e poi della retina. Invece, seguendo il ritmo dolce della”pennellata”, è andata molto bene. A parte il relax generale, ho notato un ammorbidimento di naso, bocca, gola. Quando parlavo dopo avevo una voce più profonda. Fantastico! Grazie

Rosy di Milano: Grazie per la lezione di oggi Roberta, m’è piaciuta tanto. Che soddisfazione provare movimenti nuovi e strani, pensare che non ce la farai mai e poi invece, alla fine, capire che ce la si può fare. È una bellissima emozione! 😘

Graziella  di Milano- maggio 2020 (Risposta ad Articolo “Il mio personale Lockdown ai tempi del Corona Virus”)

Grazie, Roberta,  condivido pienamente ciò che hai scritto.
Anch’io ho ancora delle incertezze, e qualche timore soprattutto  quando devo uscire x andare a fare la spesa nei  supermercati. Infatti stiamo utilizzando molto la spesa a domicilio nei piccoli negozi vicini a casa che vogliamo anche aiutare a sopravvivere.
Anch’io sono stufa di ascoltare le notizie in TV, assolutamente  per niente rassicuranti e soprattutto  molto contraddittorie  tra loro. Invece non mi sto annoiando per niente a stare in casa dove trovo centinaia di cose da fare, trovando anche  soddisfazione  e divertimento .
A parte le solite faccende domestiche, leggo, faccio lavoretti  di cucito ( che adoro fare),( sto facendo delle mascherine  di cotone molto  colorate, da regalare)suono al pianoforte ( più  che suonare , strimpello, ma mi piace molto), dedico qualche momento  a Dio, gioco qualche volta in streaming con il mio nipotino più grande e mi collego anche con WhatsApp con Serena e il suo ” cucciolo” .
Mi mancano tanto gli abbracci con i miei ” amori” , ma sono felice di condividere il tempo con il mio ” amore” di quasi 50 anni, anche se lui è  impegnato  giornalmente nello smartworking. Inoltre ho il piacere quotidiano di ricevere e mandare messaggi a tanti amici , come te.
Grazie x il tuo articolo e per aver sollecitato questo mio messaggio .
Buona giornata!

Rosy di Milano- marzo 2020 (Lezione on line ai Tempi del Corona Virus)

Solo un piccolo feel back di ieri: GRAZIE! GRAZIE perché stamattina mi sono svegliata completamente a posto, senza il mal di collo che m’accompagna ormai da tempo ad ogni risveglio. Ormai era diventato parte di me: mal di collo appena sveglia… piccolo massaggio con le mie mani, posizione eretta, tempo 1/4 d’ora e stavo abbastanza bene. Stamattina: il male al collo non c’è stato!!! Oggi rifarò da sola tutto qnt abbiamo fatto ieri:  – /—–/il tuo Feldenkrais è obiettivamente un pochino palloso, però funziona quindi evviva, grazie😘👍🏻

Sergio- febbraio 2020

Avevo provato dei trattamenti Shiatsu in passato. Per lo Shiatsu Roberta ha molta esperienza  e sopratutto lo fa con dedizione e passione. Subito dopo la seduta e nei giorni successivi ho sentito un diffuso benessere ed un sereno equilibrio sia a livello fisico che emotivo. Una grande ricarica di energia:) Inspira grande fiducia e serenità, i locali dello studio sono nuovi, puliti e curati, molto rilassanti. Da Benessere con un Tocco ti senti te stesso e sai di essere al sicuro e in buone mani.

Giosuè –  gennaio 2020

Grazie, davvero eccezionale il trattamento ricevuto, complimenti! Posto curatissimo in tutti i suoi particolari, un ambiente tenuto a regola d’arte! Sei una persona speciale. Grazie ancora ! Appena riesco a liberarmi, faccio una scappata!

Dalla Chat del dopo-apericena Natalizia –  19 dicembre 2019

Eugenio Delaney: Una raccolta abbondante e preziosa dopo una semina fatta con lavoro e abnegazione in un contesto integrale e personalizzato

Maria Teresa Di Persio: Per me va bene è stata. Una bella serata

Sandra Manca: Buongiorno a tutti, sono io, il prezzemolo!! E come tale mi sento di scrivere due parole. Grazie della bellissima serata, grazie per accettarmi sempre in mezzo a voi, grazie per tutte le risate ed i sorrisi, grazie per avermi dato l’occasione di conoscere tante belle persone. Siete tutti meravigliosi. Spero di non perdervi mai. Un grande, grosso abbraccio e …..auguri a voi e famiglia!!! 😘😘😘😘

Maria Teresa Di Persio: Grazie mille Sandra sei una bella persona maria teresa.

Doris Canas: Sandra, se tu non ci fossi dovremmo inventarti. Metti allegria e sorrisi per dove vai. Auguri a voi TUTTI!!! 🎊🥂🥂🥳

Laura Gubbiotti (amica di Sandra): Serata divertente e leggera, come mi apettavo conoscendo la maggior parte dei  commensali. Una cosa é certa, Roberta riesce ad animare le serate con naturalezza ed una energia positiva.

Un bacione a tutti e ancora tantissimi auguri!!!🎄🎄🎄

Rossana Ferrari: Una bella serata fra persone squisite e divertenti . Roberta coinvolgente e magico collante per tutti noi. Grazie a tutti e Auguri🌲🌲🌲

Sandra Manca: Un ringraziamento speciale a Roberta che, nonostante il macello che facciamo con i messaggi: ” sì vengo, no non vengo, aspetta che forse posso, arrivo ma in ritardo, no scusa ho un altro impegno” riesce a tirare le fila ed a rendere magico qualsiasi cosa faccia, con leggerezza e armonia ma soprattutto con il suo splendido e contagioso sorriso!! 😘😘

Eugenio Delaney: Non conoscevo tutti, ma sintonizzavo. Strano, no?

Emanuela Mastrolorenzo: Bella serata ieri sera! Grazie e Felice Natale a tutti 😘

Marco Scorbaci: La prossima volta giochi musicali e sul cinema 🎤🎬

Elisabetta Bonfili: Poiché tra poco Roberta chiuderà il gruppo cena, mi unisco a tutti coloro che hanno lodato Roberta per la sua rara capacità di accogliere tutti con una grande dolcezza, facendo in modo, magicamente, che tutti stiano tanto bene insieme. Grazie alla ” capa” auguri a lei e a tutti i simpatici partecipanti!!!

Pippo –  dicembre 2019

L’appuntamento settimanale con il massaggio olistico di Roberta sta diventando qualcosa di più di una buona abitudine salutista ma un vero e proprio momento di serenità e di benessere.

Roberta è un’ottima professionista, e si è posta con me, sin dal primo appuntamento, con un grande spirito di ascolto e di empatia, doti spesso assenti nel bagaglio delle terapiste di questo settore

Lo studio riflette la sua bella personalità, curato nei dettagli e funzionale alle esigenze di una tecnica, seria ed impegnativa, che necessita di pazienza ed attenzione.

Appena ho finito il massaggio sento subito il desiderio di tornare perché si tratta davvero di un’esperienza unica.

Complimenti sinceri, carissima Roby!

Ferdinando –  novembre 2019

Difficile trovare una professionista seria, appassionata e preparata come Roberta.

Già dal primo trattamento ci si accorge subito della grande attenzione che ripone verso il cliente: istantaneamente si crea un ambiente familiare e confortevole, una realtà soffice dove il rilassamento e il benessere sgorgano naturalmente, quasi come fonti d’acqua purissima dalla roccia.

Tutto ciò lo definisco un’anomalia del sistema: in un mondo orientato solo al profitto e ossessionato dall’incedere del tempo, Roberta si mostra semplicemente diversa.

Certo un’eccellente terapista, ma non solo: la capacità di sorridere e la straordinaria empatia sono importanti tanto quanto la sua grande professionalità.

E magicamente il cliente diventa una Persona. Impossibile immaginare di non ritornare, già 1 secondo dopo che la seduta è terminata…si ha subito voglia di riprenotare! A presto, quindi…brava Robi!

Stefano –  ottobre 2019

Ecco qualche considerazione sul nostro primo incontro, lo faccio sempre quando sento di aver trovato una operatrice per la quale vale la pena tornare.

Cosa mi è piaciuto: sicuramente tu come persona, il massaggio; un vero massaggio californiano, ottima tecnica, giusta pressione e velocità, coinvolgente e veramente rilassante.

Si vede che sei seria e conosci la tecnica. Gli oli essenziali che hai usato, molto buoni e di qualità.

Il fatto di poter fare la doccia prima e dopo. Il succo di frutta alla fine. Il tipo di musica, adeguato e simile ai miei gusti.

La musica poiché incontra i miei gusti può essere con un volume più alto la prossima volta.  Detto questo il massaggio è stato nel suo complesso bellissimo e ho voglia di rifarlo al più presto (e non è poca cosa).

Domenico A. –  ottobre 2019

Sono circa 2 anni che pratico il metodo feldenkrais, ci sono arrivato casualmente tramite internet; prima di iniziare ho avuto un colloquio con Roberta, l’attuale insegnante, sono rimasto attratto da lei, dal suo modo cortese e gentile di illustrare in dettaglio in che cosa consisteva il metodo feldenkrais…, poi iniziando il corso ho avuto conferma anche della sua ottima preparazione e soprattutto della grande capacità di insegnamento e coinvolgimento di tutto il gruppo di lavoro.

Ora posso dire con convinzione di praticare questa disciplina con amore e piacere; non mi sono mai annoiato durante le lezioni (durano 1,5 h), anzi, spesso ho la sensazione che  la lezione duri solo 10 min, tanto è piacevole che il tempo sembra passare velocemente.

Inoltre spesso mi capita di seguire gli esercizi piacevolmente anche ad occhi chiusi, ascoltando le indicazioni  trasmesse con precisione e armonia.

Nell’arco di questi 2 anni di training ho notato alcuni miei benefici…:

  • Primo tra tutti una migliore flessibilità e armonia nei movimenti…, tutto questo accompagnato da una riduzione di stress e consapevolezza del corpo.

  • Vivo la vita con più gioia assaporandone con più forza i piaceri e le sensazioni…, questo mi porta ad avere più coinvolgimento nei rapporti umani…, tale che a volte ho la sensazione di essere punto di attrazione anche verso coloro che incontro per la prima volta.

  • Alcune sensazioni che provo durante le lezioni sono l’assenza di pensieri esterni e rilassamento, con la percezione piacevole dei movimenti del corpo.

All’età di 65 anni ho iniziato a praticare gli esercizi di Feldenkrais, certo non è mai troppo tardi, però se questo fosse avvenuto 15-20 anni prima, sicuramente avrei affrontato la vita con più consapevolezza.