Storia di una collaborazione al femminile

Ciao a tutti,

eccomi ancora con voi per raccontare un’altra delle mie esperienze personali sul Benessere!

Nel corso della vita ci capita spesso di incontrare casualmente persone inaspettate che da un giorno all’altro ci portano una novità, un cambiamento, un nuovo progetto, ecc.. Bazzicando il Caffè Letterario LiberThè di Montesacro, dove ho lo studio e lavoro da un paio d’anni come Insegnante Feldenkrais ed Operatrice Olistica, mi è capitato un giorno di imbattermi in una ragazza sui trentacinque anni, carina, con fare intraprendente, con la quale ho sentito subito affinità e una forte intesa caratteriale.

Sara Cacciarini si è presentata come giornalista professionista. Una grande passione che l’ha portata ha fondare un suo Giornale On Line IL TERZO NEWS, La Testata Romana di Cultura e Società che deve però coltivare quando finisce la sua giornata di lavoro “ufficiale”, perchè “solo con il giornale non si campa…” dice lei. Ma come dire .. mai mettere i limiti a quello che può accadere!

Sara è una persona entusiasta, mai stanca, ama il lavoro che fa che la assorbe totalmente anche nei momenti liberi ed io mi sono molto rispecchiata. Così le ho detto che anch’io amo scrivere, anche se lo faccio nel tempo libero (poco purtroppo) perché la restante parte è assorbita dal mio lavoro e dalla mia famiglia. Le ho raccontato della mia  rubrica Il Benessere con un tocco …..di penna” e quando ha letto gli articoli mi ha detto che le piaceva il mio stile e mi ha chiesto se volevo collaborare al suo Giornale per parlare di Ben Essere.

Sono stata un po’ indecisa, più che altro per la paura di non avere sufficiente tempo da dedicare, ma poi… è iniziata la nostra collaborazione e sul sito www.ilterzonews.it non ci sono sempre ma ogni tanto appaio!

Ma ora voglio raccontarvi meglio di Sara. Questa è lei.

Non voleva darmi sue foto, ma come si fa a parlare di una persona se non si vede il suo viso ?! Nella Medicina Cinese si dice che gli occhi rappresentano lo Shen del Cuore, ovvero l’anima del cuore e quindi, perché tenerli celati?

Non è facile essere belle donne, intelligenti, intraprendenti e con l’intimo desiderio di non voler dipendere da un uomo. Il rischio è sempre quello di essere fraintese, di essere viste come quelle che vogliono fare troppo, che vogliono emergere, ma non è cosi. Intanto realizzare un proprio sogno  è un obiettivo arduo per tutti: donne e uomini e oggi sempre di più. Le vecchie carriere garantite si stanno assottigliando ed emerge sempre più la creatività personale, l’audacia, le capacità personali.. il desiderio di buttarsi ..

Per una donna a cui è stato insegnato a tenere lo “sguardo a terra” è una vera lotta imparare a tirare fuori la voce e anche ad urlare quando serve, cosi si finisce per scoprire di avere un corpo “rattrappito” e “incassato” dalle troppe rinunce oppure “contenuto e ristretto” in supporti super sexy a cui ci si obbliga per piacere.

Il percorso di recupero per tutte, passa attraverso varie fasi, tutte molto importanti. Riappropriarsi del proprio “vero” corpo, imparare ad usarlo come risorsa, imparare a “sentirlo”, trovare una nuova “fiducia” e una personale “femminilità” (non quella stereotipata del mondo maschile ma della sacerdotessa primordiale che è dentro ogni donna di qualsiasi età) e quindi imparare ad esprimere la propria forza attraverso il corpo, l’intelligenza, la sensibilità, la testa ed il cuore.

Comunque, da donna a tutte le donne, quando avete dei sogni nel cassetto, non mollateli MAI anche se vi sembrano troppo… troppo per voi. Perché è solo la tenacia e la perseveranza che vi faranno aprire certe porte che in altro modo non si aprirebbero mai.

Il sogno nel cassetto di Sara è quello di divulgare e condividere interessi comuni ai lettori quali cinema, teatro e musica, ma non solo, anche uno sguardo verso il benessere con diverse rubriche dalla psicologia allo sport e soprattutto di far parlare “l’arte di scrivere” anche solo per passione, grande passione

Ha il desiderio di fornire anche informazioni più scientifiche e tecniche, attraverso la scienza e le ultime scoperte ma sempre in modo semplice e alla portata di tutti. Non vuole creare un giornale di elite ma nemmeno realizzare una rivista troppo semplice perché il suo desiderio è quello di stimolare la curiosità dei lettori e il desiderio di approfondire determinati argomenti e questo io credo sia un punto molto importante, stimolare nelle persone il desiderio di conoscenza e non prendere per vere tutte le notizie, cosi come vedo accadere oggi con le fake news in rete.

Si avvale anche di  uno spazio dedicato alle interviste e all’arte per nutrire tutti gli angoli della mente. Un’ ampia area è dedicata ai libri con le recensioni delle prossime uscite in libreria. Perché la cultura è libertà. A me piace molto anche lo stile grafico, vivo, leggero, immediato.. mi trasmette voglia di vivere, voglia di continuare documentarmi e a studiare .

I suoi collaboratori sono persone attive, che non fanno questo lavoro per professione ma per amore verso l’arte, la scrittura e la conoscenza. Mi diverte tantissimo pensare che siamo tutte persone diverse con esperienze differenti ma con la volontà comune di creare un giornale vivo e pulsante, innovativo e alla portata di tutti!!!

Anch’io, in questi ultimi due anni ho coltivato con passione e determinazione il mio sogno.

Vengo dalla provincia del Nord Est di Milano e ora vivo a Monterotondo, lavorando sia a Roma sia Monterotondo. Mi piace vivere qui anche se il trasferimento non è stato facile né indolore. Lasciare il mio studio, i miei clienti, gli amici e la famiglia.. è sempre complesso anche se la causa è stata “nobile”.. l’amore !

Io penso che quando una persona cambia città  e quindi tipo di  vita per scelta e non per costrizione, quasi subito si rende conto se la scelta è stata buona o meno buona, pur con tutte le tonalità di grigio che sempre comportano questo tipo di scelte! Io penso che Roma , i Romani mi abbiamo in qualche modo adottata, ed io ho adottato loro.

Ho trovato una realtà profondamente diversa da Milano: la gente, i colori, il clima, il lavoro.. insomma tutto e forse sarà per le mie radici paterne napoletane che, in qualche modo, qui, mi sono sentita subito a casa …

Certo ho girato diversi Studi e conosciuto tante persone e non sempre mi sono trovata bene ma poi sono approdata a Roma al  Caffè Letterario LiberThè e  B&B Domus Città Giardino, di viale Adriatico 20 a Roma Montesacro dove ho conosciuto Massimo Giuffrida (titolare del B&B) con la sua simpatica band e ho deciso di “accasarmi” anche professionalmente.

Il Caffè Letterario è un ambiente molto piacevole e non solo, il clima informale e le iniziative sono davvero tante e di tutti i tipi: corsi di vario genere, iniziative culinarie, informative, letterarie ma anche di volontariato e raccolta cibo, abiti, fondi.. insomma ho trovato una specie di famiglia allargata che mi è piaciuta tantissimo. Spesso dopo il corso Feldenkrais ci fermiamo a mangiare tutti insieme e Massimo e Marco che sono i titolari, si fermano con noi a chiaccherare a fare 4 risate. I problemi ci sono sempre e per tutti, ma questi spazi allargano il cuore e la mente e fanno di noi un gruppo!

Ho iniziato a collaborare con Sara perché volevo far conoscere la mia attività nel Quartiere . E’ sempre difficile farsi conoscere e ottenere la fiducia delle persone. Infatti la domanda che diverse persone mi hanno fatto prima di iniziare a venire presso il mio studio è stata questa: “ma sarai qui fra un anno oppure non ci sarai già più?” Domanda molto significativa sul senso di precarietà diffuso a tutti i livelli!

Si, comunque io sarò qui e ci starò a lungo! Sono Operatrice per il Benessere dal 2005 ed Insegnante Feldekrais. Faccio il più bel lavoro del mondo che mi porta a studiare sempre e a cercare nuove idee e nuove esperienze ma ho anche degli Hobby e uno fra questi è quello di SCRIVERE.

Quindi vado avanti e combatto la mia battaglia per esprimere nel mio lavoro ciò che sento e sono, senza per questo dover appartenere a questa o quella scuola o disciplina, sentendomi in diritto di dire dei no, quando mi rendo conto che le richieste mi portano a rinunciare a parti di me stessa ma nel contempo sentendomi libera di dare ai miei clienti un supporto che viene dal cuore e dal sentire. Il risultato di tanti anni di lavoro sugli altri e su me stessa, di studio e di una forte passione che mi porta verso il mondo olistico in cui mi sento un po’ come una Sacerdotessa al Servizio del Benessere

Un saluto e un Augurio di buona lettura da Sara e Roberta.

Se volete scrivetemi a roberta@benessereconuntocco.it o meglio se volete venirmi a trovare nel mio Studio per vedere chi sono e cosa faccio, potete contattarmi e prendere un appuntamento. Anzi vi consiglio di venire venire a provare una lezione Posturale Feldenkrais di gruppo https://www.benessereconuntocco.it/feldenkrais/, non solo per conoscere me ma anche i miei simpatici allievi e anche amici!

close

Iscriviti alla Newsletter